top of page

PAURA ? Meditazione *CORAGGIO*

Avere coraggio non vuole dire non avere paura: vuol dire continuare il proprio cammino, nonostante la paura.


Meditazione Sadhana Flow Coraggio




Le emozioni sono il segnale che vi è stato un cambiamento, nello stato del mondo interno o esterno, soggettivamente percepito come saliente.


Se lo scopo di una emozione è quello di inviarci un messaggio, un segnale, una lezione che spetta a noi raccogliere e mettere a frutto, quando proviamo paura come possiamo comportarci?


La paura è una delle reazioni più radicate negli esseri viventi. Il suo scopo è molto utile, serve a proteggerci dalle minacce esterne. Appena percepiamo la paura il nostro corpo si blocca, si irrigidisce e i 5 sensi si attivano. Il respiro si fa corto e l’adrenalina viene prodotta in grandi quantità cosi da permetterci di scappare velocemente in caso si necessità.


La risposta alla paura inizia in una regione chiamata amigdala. le amigdale sono due piccole strutture a forma di mandorla situate in profondità nel cervello. Da qui, tutte le volte che ci troviamo di fronte a uno stimolo che è interpretato come minaccia, parte una complessa reazione a catena: vengono rilasciati ormoni dello stress, si attiva una parte del sistema nervoso (il sistema nervoso simpatico) coinvolto in quelle funzioni definite di «attacco o fuga». Il cervello entra in uno stato di allerta, le pupille si dilatano. Il respiro accelera. Aumenta anche la frequenza cardiaca, la pressione e il flusso sanguigno. Viene mandato più glucosio ai muscoli, mentre organi non vitali, come il sistema gastrointestinale, vengono messi in uno stato di ridotta attività.


Il neurobiologo Joseph LeDoux, studiando l’anatomia cerebrale attraverso tecniche di neuro-formazione di immagini, ha scoperto che l’amigdala è un sistema di allarme del cervello in grado di padroneggiare, nell’arco di una frazione di secondo, il lobo pre-frontale (in cui ha sede la razionalità) per far fronte all’emergenza. Secondo la teoria di LeDoux, i nostri organi di senso ricevono dall’ambiente informazioni che segnalano la presenza o la possibilità di un pericolo: ad esempio un serpente o qualcosa che gli assomiglia. Tali informazioni raggiungono l’amigdala attraverso percorsi diretti provenienti dal talamo (strada bassa) e da percorsi che vanno dal talamo alla corteccia e dalla corteccia all’ amigdala (strada alta). La via talamo-amigdala è più breve e il sistema di trasmissione è più veloce. La strada bassa, non sfruttando l’elaborazione corticale fornisce all’ amigdala solo una rappresentazione rozza ed imprecisa dello stimolo, innescando così una risposta meramente emotiva e consentendo al cervello di cominciare a rispondere al possibile pericolo.


Eventi che suscitano paura possono essere: trovarsi in una situazione non famigliare, trovarsi in una situazione di reale pericolo per la propria incolumità, trovarsi in una situazione che ricorda una passata circostanza in cui si era in pericolo o in cui sono accaduti eventi dolorosi. Spesso la paura riaccende un trauma subito, visto o ascoltato. Non esistono traumi grandi o piccoli, ogni trauma ha creato uno schema con cui noi interpretiamo la vita.

Possiamo avere paura di pericoli esistenti o anche solo pensati, immaginati, vissuti con la nostra fantasia. Ma cio che li distingue è l’intensità.

Una paura fortissima può arrivare a congelarci (freezing) e questo succede quando ciò che stiamo provando supera di gran lunga la nostra finestra di tolleranza.


Le emozioni non sono stati, bensì processi in continua evoluzione. Il decorso temporale delle emozioni può essere estremamente differente: in alcuni casi le emozioni hanno un chiaro inizio e una chiara fine, con una intensità stabile nell’arco temporale; in altri casi è più difficile definire in modo preciso il decorso temporale poiché presentano un pattern maggiormente discontinuo e fluttuante anche in termini di intensità.


La paura è una emozione che attiva risposte rapide e che diminuisce quando trova rassicurazione. La situazione di innesco può seguire 2 vie. Diventa una emozione percepita fisicamente accompagnata da una spinta all’azione oppure diventa una catena di pensieri. Purtroppo inostri pensieri possono cambiare la chimica del nostro corpo inviando messaggi (ormoni, neurotrasmettitori) al cervello dicendogli come si deve sentire il corpo. E cosi il corpo attraverso le ghiandole endocrine fa in modo che il pensiero diventi realtà. I nostri pensieri hanno la capacità di mantenere attive le risposte fisiche o di riattivarle, prolungando così l’emozione della paura anche molto tempo dopo l'episodio che l'ha suscitata.


Quale è l'antidoto alla paura? Il coraggio e la gentilezza. Il sentirsi radicati, protetti ed al sicuro. Se la paura ci rende bruschi nei modi di fare, frenetici, veloci, impazienti, la gentilezza ci fa rallentare.


---- MEDITA INSIEME A ME. ACQUISTA IL PERCORSO DEDICATO AL CORAGGIO


Meditazione Sadhana Flow CORAGGIO

Con queste pratiche di Meditazione che ti propongo lavoreremo per riaccendere il fuoco che è in noi. Quello che ci aiuta a trovare determinazione e forza dentro di noi.

La scintilla che riaccende il fuoco del coraggio è il radicamento. Il sentirsi in connessione senza paura:

Padre io sono libero, togli ogni paura dal mio cuore!

Il coraggio brucia la paura e io mi libero. 


Il Moola Mantra ci aiuterà a portare queste vibrazioni di protezione e libertà

 

Il tapping una tecnica potente per lasciar andare ogni emozione tossica tra cui paura e rabbia. Tutto ciò di cui ho bisogno è già in me. Dio si prende cura di me e io sono sostenuto.

Nella terza pratica lavoreremo sul risveglio della nostra intuizione cosi da poter essere guidati con centratura e realizzare il nostro desiderio. Il tamburo sciamanico ci aiuterà a tenere il ritmo e la connessione con madre terra. Disperdiamo il vittimismo e ritroviamo la forza per combattere le nostre battaglie con dig​nità e compassione.

Nella 4 pratica ritroviamo la connessione con la nostra guida interiore e chiediamo supporto ai maestri di ogni tempo ed epoca. La meditazione di SoHum ci ancorerà al al nostro essere nel qui e ora 

 

La pratica in omaggio è una pratica serale e rilassante ed allo stesso tempo adatta a ristorare la nostra energia scaricatasi nella giornata appena trascorsa. Placheremo lo stress stimolando il nervo vago attraverso il fischiare.

5 pratiche di meditazione/pranayama/yoga kundalini 220 minuti insieme meditando

CORAGGIO

Pratica 1 - Radicamento Moola Mantra

Pratica 2 - Tapping

Pratica 3 - Connessione Madre Terra

Pratica 4 - Resilienza/Flusso

Pratica 5 - Riprendersi dalla Fatica



 

Avere coraggio non vuole dire non avere paura: vuol dire continuare il proprio cammino, nonostante la paura.

 

Per acquistare SADHANA FLOW CORAGGIO puoi:

-scrivermi su WhatsApp al +39.333.2158372 (non rispondo mai al telefono ma sempre ai messaggi!) e dirmi che vuoi acquistare questa serie di meditazioni. Mi pagherai con bonifico bancario e ti manderò i dati. Se desideri acquistare piu mesi questa è la soluzione ideale. Dopo il pagamento riceverai link e password per accedere al percorso che hai scelto.


-cliccare sul pulsante ACQUISTA. Verrai indirizzato alla pagina con tutte le schede dei percorsi SADHANA FLOW, seleziona il tema che vuoi acquistare e clicca sul pulsante paypall. Dopo il pagamento riceverai link e password per accedere al percorso che hai scelto.


 

COSA é SADAHANA FLOW?

Sadhana Flow è un progetto di meditazione a cadenza settimanale ed è pensato per essere il tuo impegno con te stessa per non perderti nelle faccende quotidiane che ci allontanano dal nostro "Flow".

 

Uno spazio che ti aiuterà a restare focalizzata ed iniziare al meglio la tua settimana. Insieme. Un percorso che non sarà mai uguale a se stesso, mese dopo mese, incontro dopo incontro... il primo passo per una connessione con il Divino e con la Natura, ma anche tra di noi e con te stessa. Uno modo per calmare la mente, regalarle quella pace che può renderci piu focalizzate e padrone della nostra vita.

 

Questo percorso è strutturato per regalare a tutti la possibilità introdurre la meditazione nella vita quotidiana. Un abbonamento mensile che, con meno di 10 euro a settimana ti aiuterà a centrare la tua energia. Una parola guida sarà il "file rouge" cosi che questo spazio, mese dopo mese, possa diventare il tuo rifugio segreto dove trovare l'energia che ti serve ... Live Life in Full Bloom!

 

Ogni lunedi del mese sessioni di meditazione, yoga kundalini e pranayama in diretta cone me. Imparerai a meditare e troverai energia e focalizzazione per mantenere la propria visione. Lo scopo di questo percorso è praticare nei 6 giorni successivi in autonomia cosi da restare nel Flow insieme al gruppo.

 

Chi intraprende una Sadhana viene detto sadhaka (lett. "aspirante spirituale"). L'obiettivo finale di qualunque Sadhana rimane quello di conseguire la realizzazione della propria natura Divina; tuttavia, determinate pratiche possono essere intraprese con lo scopo di raggiungere obiettivi minori ben precisi, come lo sviluppare qualità che si ritengono importanti per la propria crescita spirituale.

 

 

MEDITAZIONE

Comments


bottom of page